Sprigu – Twin Paradox

Enrico Melis CostaAscolti, Video

In quasi tredici minuti di arte dell'improvvisazione elettroacustica, il duo degli Sprigu immerge gli spettatori in una ipnotica performance dal vivo che porta il titolo di “Twin Paradox”. Ciò non a caso, poiché a partire dal nome (“specchio” in lingua sarda) gemellare è la concezione stessa del progetto di Marco Coa e Andrea Sanna, i cui Fender Rhodes vanno a tessere una specularità sonora che è marchio distintivo della coppia, in un dialogo sonoro in continua evoluzione.

Entrambi musicisti di lungo corso, Coa e Sanna danno prova della complessità del duo divincolandosi tra i sintetizzatori e le manopole del Tail Studio di Cabras. Grazie anche alle brillanti riprese di Alessandro G. Tuveri che non risparmiano alcun dettaglio dell'esecuzione, è possibile seguire ogni singolo movimento del rimbalzante e caotico scambio artistico, in un'inesorabile ascesa verso un unico corpo sonoro. Considerando poi che finora non è stato rilasciato materiale dal duo, l'esibizione è a tutti gli effetti un esordio discografico.