Lo Spiralis Aurea Trio apre la XXVII edizione del festival “Isole che Parlano”

Alessio FrauNotizie

Sabato 2 settembre andrà in scena il primo atto della ventisettesima edizione del Festival internazionale , di cui Sa Scena è ancora una volta orgogliosamente media-partner insieme a Radio 3. Nella suggestiva cornice della Tomba di giganti di Coddu ‘Ecchju () si esibirà il chitarrista genovese , autore, nel 2022, dell'album Spiralis Aurea. A interpretare le note dell'ultimo lavoro dell'autore ci saranno la chitarrista Alessandra Novaga e il chitarrista Adrian Utley, che, assieme a Pilia, formeranno lo Spiralis Aurea Trio.

Il disco dell'artista genovese è una meditata composizione che, attraverso l'utilizzo sapiente e minimale del suono, conduce a una immersione totale nella musica. Il titolo, che richiama la sezione aurea e un tipo peculiare di spirale logaritmica i cui fattori di accrescimento sono pari alla sezione aurea, esprime la fascinazione nei confronti dell'ordine ricorrente del cosmo. Un ordine che è tale nella misura in cui esiste un intreccio di composizioni e scomposizioni, che dal punto di vista finito dell'essere umano divengono vita e morte.

L'opera di Pilia, infatti, non esprime lo stupore che si prova dinanzi alla meraviglia del cosmo. Al contrario, esprime l'angoscia che emerge dalla consapevolezza di essere immersi nel terribile spettacolo della vita: l'ordine universale non è assenza di disordine, semmai una costante ricerca di equilibrio. Quello stesso equilibrio che i curatori di Isole che Parlano hanno tentato di rinvenire facendo esibire lo Spiralis Aurea Trio di fronte a un antico monumento funerario di epoca nuragica. Se è vero che la Tomba di giganti è il residuo materiale di una civiltà che fu, è altrettanto vero che quel residuo può comporsi in nuove formazioni materiali e culturali. La musica, nell'atto della sua esecuzione, conferisce una forma all'esperienza, che è in grado, così, di far rivivere in nuove composizioni il risultato di vecchie scomposizioni.