Phuture Soul – Dancefloor Stompers

Luca Garau Musica, Recensioni

Si dice che uno dei segreti di una buona dieta sia alzarsi da tavola con ancora un po’ di fame. Probabilmente è vero e beato chi ci riesce, ma per i golosi, nulla di più difficile. E poichè, a opinione di chi scrive, la golosità è una caratteristica dell’animo, non solo dell’appetito, la fame residua dopo l’ascolto di un EP come Phuture Soul è un atto di crudeltà. Quello che l’ultimo album dei Dancefloor Stompers, purtroppo in formato mignon, lascia infatti nell’ascoltatore è una vorace fame.

Claimm – CLAIMM

Federico Murzi Musica, Recensioni

CLAIMM, l’album d’esordio dell’omonima band di Oristano, è una grammatica vasta e densa con cui la band mette in fila suoni e stili. Il tutto impilando una gigantesca e intatta Babele sci-fi.

Pororoca – Alessandro Cau, Tancredi Emmi e Federico Fenu

Simone La Croce Musica, Recensioni

Qualche mese fa lamentavamo, sulle pagine di Sa Scena, una certa scarsità di produzioni originali – tanto inedite, quanto insolite – nel panorama jazzistico isolano. Con l’entusiasmo di chi ama essere smentito, aggiungiamo alla lista già formata dai recenti Freakenstein dei Freak Motel e Teju di Filippo Loi, anche il disco d’esordio del trio formato dal batterista Alessandro Cau, il contrabbassista Tancredi Emmi e il trombonista Federico Fenu.

Teju – Filippo Loi

Simone La Croce Musica, Recensioni

Ricorrere a tecniche, strumenti e suoni contemporanei per realizzare musica davvero attuale può non essere così complicato come farlo valendosi di soluzioni più canoniche, standard.

Sparkle – Antennah

Gabriele Mureddu Musica, Recensioni

Il nuovo EP degli Antennah comincia con “Devil’s saddle”, traduzione in inglese di “sella del diavolo”. E, quando si ha a che fare con un gruppo cagliaritano, l’idea che sia un riferimento tutt’altro che velato a uno dei simboli naturalistici dello skyline cittadino è un collegamento mentale immediato.