Neanche gli Dei – 40 anni e non sentirli

Federico Murzi Notizie

Si svolgerà domani al Palazzio Siotto di Cagliari l’ultima giornata della rassegna “Neanche gli Dei”, nuovo festival letterario e di incontri nato sotto l’egida della cooperativa Vox Day.

La giornata di domani 21 novembre, dal titolo  40 anni e non sentirli, sarà coordinata da Giuseppe Pionca e vedrà protagoniste alcune delle firme più importanti del giornalismo e divulgazione musicale isolana. 

Riccardo Frau (conduttore radiofonico in una delle prime radio libere di Sassari, musicista e scrittore) presenterà alle 17:00 il suo saggio Vintage. Rock e dintorni nella Sassari degli anni ’80 (2020, Alfa Editrice), una panoramica sia sul panorama musicale del capoluogo turritano che su scorci di vita del periodo. 

Alle 18:00 Andrea Murgia (critico musicale per Il giornale della musica e All about Jazz e fondatore dell’etichetta musicale indipendente La mansarda) e l’autore Francesco Peddoni racconteranno Jukebox al Carbone (regia di Daniele Arca), documentario del 2019 di cui hanno firmato soggetto e testi. Il reportage racconta la storia della scena musicale sulcitana degli anni Sessanta, con un focus sul passaggio dalla miniera al lavoro in fabbrica.

Giacomo Serreli, nome di peso del giornalismo musicale sardo, presenterà alle 19:30 Boghes e sonos (2020, Fondazione Maria Carta), opera enciclopedica di ampio respiro nella quale ha raccolto e analizzato i principali esponenti della scena musicale isolana dagli anni Sessanta a oggi.

A chiudere la rassegna alle 20:30 sarà Claudio Loi. Il giornalista e scrittore, già firma (tra le altre testate) di Sonos & Contos e redattore di punta di Sa Scena, ripercorrerà la produzione discografica della Sardegna attraverso le pagine del suo L’isola dei dischi (2008, Aipsa Edizioni).

L’ingresso all’evento è gratuito ma è consigliata la prenotazione tramite il link https://bit.ly/31BJBeR oppure contattando Vox Day al numero 070840345 o via mail all’indirizzo info@voxday.com. L’ingresso è aperto anche a chi fosse sprovvisto di green pass: si potrà infatti avere il proprio tampone rapido gratuito e certificato da personale sanitario qualificato all’ingresso del festival.