I Wanna Talk – Maggot Madness

Federico MurziVideo

Qualcuno si ricorda Rabbits di David Lynch? La trama, in breve, è questa: ci sono tre conigli antropomorfi che stanno in un salotto. Comunicano fra loro con dialoghi totalmente surreali e ogni tanto si sentono delle risate da sit-com anni Ottanta, piazzate totalmente a caso nei momenti più improbabili. Risultato? Un totale senso di sfasamento della realtà. Ecco, il tinello claustrofobico del videoclip di è tutto questo. 

Ma Simone Mura/ al posto dei coniglioni usa sintetizzatori, voci strascicate alla King Krule e drum machine – tutto ciò che potrebbe andare sotto l'etichetta di synth/lo-fi/pop. Nel video, Simone Mura sfoglia un libro, parla con un suo sosia, guarda in camera mentre una luce diafana gli illumina parzialmente il volto. Perfettamente a suo agio in occhiali da sole e camicia hawaiana, Maggot è circondato da un ambiente sinistro che non potrebbe essere più in contrasto con la sua compostezza. Il crescendo nel finale del video è la perfetta sovrapposizione di alienazione e flower power.     

Il videoclip è la prefazione al primo Lp di Maggot Madness, Still Alive, pubblicato per Moka Produzioni e Fratellanza R'N'R dj's: lo trovate su musicassetta e in formato digitale qui. Gli applausi, non finti, li facciamo noi a lui e a chi stava dietro la macchina da presa: Riccardo Besia, Valentino Nioi, Raffaele Tronci. Roba bella da vedere e da sentire: provare per credere.