Franco Cerri a Cagliari

Claudio Loi Retromania

Il 18 ottobre 2021 Franco Cerri ci ha lasciato. Era nato a Milano il 29 gennaio 1926 e la sua vita è stata un omaggio al jazz, sin da bambino e fino alla fine dei suoi giorni. 

Chitarrista di eccezionale talento, insegnante, uomo di spettacolo e di cultura, garbato, gentile, ironico sempre pronto a regalare un sorriso e sempre con la chitarra in mano. Si porta con sé tutta la storia del jazz italiano e un’infinita serie di storie, dischi, concerti, parole. 

Qui in Sardegna Franco Cerri era di casa e quando poteva faceva un salto nell’isola. Di solito veniva da solo e si accompagnava a musicisti locali, dove andava trovava sempre qualcuno con cui condividere il palco e suonare la sua musica.

Tra i diversi concerti a cui ho potuto assistere ricordo con particolare piacere quelli della sua tournée isolana del 1991: se la memoria non mi frega rammento un set al Melograno di Quartu Sant’Elena con Paolo Carrus al pianoforte, Salvatore Maiore al contrabbasso e Billy Sechi alla batteria. Questa breve tournée isolana si concluse al Birdland di Sassari con Alessandro Zolo al contrabbasso. 

Il video che vi propongo (purtroppo di qualità molto bassa ma che importa…) ci riporta a un’esibizione che Franco Cerri fece il 23 agosto 2008 con Paolo Carrus e Corrado Salis nel cortile del Municipio di Cagliari

E poi tante altre esibizioni, la partecipazione a un’edizione dell’European Jazz Expo con l’orchestra diretta da Paolo Carrus e un passaggio anche al Jazzino di Cagliari nel 2015 testimoniato da un documento video (questo per fortuna di ottima qualità)  In quel frangente lo accompagnano il solito Paolo Carrus, Massimo Tore, Roberto Migoni, Giorgio Serci e Nanni Zedda

Mi piace pensare che in questo momento il grande Franco se la stia spassando da qualche parte con la sua chitarra, i suoi amici musicisti e – perché no? – la batteria di Roberto Billy Sechi.