È uscito l’annuario 2022 de Sa Scena

Mauro PireddaAscolti, Notizie, Playlist

Sa Scena did it again. Sa Scena strikes twice. Oppure un semplice torra! Eccoci qua. Passiamo dal nero al bianco di copertina ma le sfumature di colore ci sono al suo interno come per l'anno precedente.

Esattamente come la descrizione di suoni rotondi e di ritmi quadrati, le angolazioni differenti di veduta e i perimetri stilistici tra i più disparati, i segmenti narrativi e il nostro raggio d'azione. Insomma, pur sperando di essere all'altezza, siamo sempre sulla retta via.

Il punto è che questo giro abbiamo le linee orizzontali in prefazione, quelle del foglio (e della maglietta) di Paolo Angeli che ha scritto per noi.
Raccontando che nelle nostre pagine «pulsa il presente della musica sarda contemporanea, lontana dall'oleografia e in una forma di documentazione capillare e sistematica».
Che dalle nostre pagine facciamo emergere «la diversità delle espressioni musicali della nostra isola».
Che «quel presente fatto di dischi, concerti e festival» lo monitoriamo e lo narriamo «con un occhio di riguardo alle produzioni non allineate, quelle che azzardano, che costituiscono il sottobosco e che domani saranno la storia di questi anni».
Che siamo «una sorta di fotoreportage musicale, la cui raccolta annuale, come oggetto di carta, contribuisce a tessere una base enciclopedica, in continuità con i percorsi tracciati da Giacomo Serreli, da Mario Cervo e da altri illuminati che hanno capito l'importanza della critica quale strumento di diffusione di un metapensiero musicale».

Cosa troverete in questo nuovo ? Lo dice ben bene Luca Garau nell'intro: «Quarantacinque recensioni, o meglio Dischi della settimana, che sono quei lavori che a opinione della redazione si sono distinti per spessore e soprattutto lungimiranza, dieci interviste, all'interno dei format È tutta scena e Talking Blues, dieci Live Report e venti episodi di Retromania, la rubrica domenicale che guarda al passato».

L'annuario vi aspetta. Potete farlo proprio seguendo le coordinate indicate in questa pagina e partecipando ai nostri eventi.

Intanto possiamo gustarci alcuni tra i protagonisti che riempiono le pagine del nostro annuario attraverso la nostra playlist di fine 2022: un ringraziamento a band, artisti, producer, fonici e a tutti i professionisti e appassionati che fanno sì che esista un “nostro” tasto play.

Né una classifica né una lista, senza alcuna pretesa di esaustività, se non quella di arricchirsi e arricchire con l'ascolto. Più semplicemente, tutto ciò che ci stimola e ci spinge a scrivere di musica dal 2017”.