Dromos – Richard Galliano

RedazioneNotizie

Ritorna sulla strada di Cabras la ventiquattresima edizione di Dromos, il festival itinerante in corso fino a sabato prossimo tra Oristano e altri centri e località della sua provincia (con una tappa finale il 27 a Neoneli), che quest'anno si riconosce nel titolo “Saltimbanchi”.

Dopo l'emozionante tre giorni che ha visto protagonista il pianista e compositore Ludovico Einaudi, sull'isola per le uniche tappe sarde (tutte sold out) del suo tour all'insegna dell'ultimo album, “Underwater”, domani (giovedì 11 agosto) il festival fa ancora tappa all'Anfiteatro di Tharros, nella suggestiva cornice del sito archeologico, per un altro appuntamento d'eccezione. Alle 21.30 (ingresso a 25 euro più diritti di prevendita) grande attesa per Richard Galliano, sul palco con il concerto solo “Passion Galliano”, un viaggio in musica nella storia del fisarmonicista francese che ha rivoluzionato lo stile, i linguaggi e i generi dello strumento a mantice, attraverso un'instancabile ricerca sulle sue risorse timbriche, espressive e ritmiche. In programma composizioni originali accanto a musiche di Erik Satie, Michel Legrand, Claude Debussy, Enrique Granados y Campiña, Astor Piazzolla. 

Il prestigioso appuntamento è presentato in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la Città Metropolitana di Cagliari e le province di Oristano e Sud Sardegna, la Fondazione Mont'e Prama e la Società Cooperativa Penisola del Sinis.

Classe 1950, Richard Galliano ha iniziato a studiare pianoforte e fisarmonica all'età di 4 anni con il padre Lucien, fisarmonicista e insegnante. Particolarmente dotato e predisposto allo studio dello strumento a mantice, l'artista originario di Le Cannet studia da giovanissimo nel Conservatorio di Nizza, diretto all'epoca dall'organista Pierre Cochereau, seguendo con passione e profitto i corsi di armonia, contrappunto e trombone. Arrivato a Parigi nel 1975, conosce Claude Nougaro, di cui diventa amico, fisarmonicista e direttore d'orchestra fino al 1983. Da questa stretta collaborazione sono nate molte composizioni che fanno parte del patrimonio della musica francese, come Allée des brouillards, Des voiliers e Vie Violence. Il secondo incontro decisivo nel suo percorso artistico avviene nel 1980, con il compositore e bandoneonista argentino Astor Piazzolla, che lo incoraggia fortemente a creare la “Nuova Musette” francese, come aveva fatto lui stesso in precedenza con il “Tango Nuevo” in Argentina. Durante la sua lunga e prolifica carriera, ha registrato più di 50 album a suo nome. Ha inoltre collaborato con un numero impressionante di artisti e musicisti prestigiosi, come Chet Baker, Eddy Louiss, Ron Carter, Wynton Marsalis, Charlie Haden, Gary Burton, Michel Portal, Toots Thielemans, Paolo Fresu, Kurt Elling, Serge Reggiani, Claude Nougaro, Barbara, Juliette Greco, Dick Annegarn, Georges Moustaki, Allain Leprest, Charles Aznavour, e Serge Gainsbourg, tra i tanti. Durante le sue tournée mondiali si è esibito nei più prestigiosi teatri come il Lincoln Center di New York, la Victoria Hall di Ginevra, l'Accademia Santa Cécilia di Roma, il Théâtre des Champs-Élysées a Parigi, il Théâtre Marinsky a San Pietroburgo.

Per informazioni, la segreteria del festival risponde al numero di telefono 0783310490, al numero whatsapp 3348022237 e all'indirizzo di posta elettronica info@dromosfestival.it. Notizie e aggiornamenti anche sul canale Telegram e nelle pagine Facebook e Instagram di Dromos.