Dromos – Incognito

RedazioneNotizie

Si avvicina al termine del suo cammino la ventiquattresima edizione di Dromos, un viaggio partito lo scorso 23 luglio da Fordongianus e proseguito nelle settimane successive facendo tappe a Oristano e nei diversi centri della sua provincia sotto il segno dei “Saltimbanchi”.

Domani (venerdì 12 agosto) a Cabras (OR) grande attesa per il concerto degli , tra i più importanti progetti e gruppi dell'acid jazz di matrice britannica, in Sardegna per l'unica tappa del tour italiano organizzato dalla società Ponderosa Music & Art.

Sul palcoscenico di piazza Stagno (ore 22) il leader e fondatore Jean-Paul “Bluey” Maunick (alla voce e chitarra) sarà affiancato dalle vocalist Natalie Duncan, Vanessa Haynes e Tony Momrelle, Paul Booth al sassofono e al flauto, Sid Gauld alla tromba, Lorenzo Campese alle tastiere, Charlie Allen e Max O'Donnell alla chitarra, Francis Hylton al basso, Francesco Mendolia alla batteria e João Caetano alle percussioni. Il concerto è promosso dall'associazione culturale Dromos in collaborazione con il Comune di Cabras.

I biglietti – a 20 euro (inclusi i diritti di prevendita) – si possono acquistare online sul sito di Dromos (https://www.dromosfestival.it/incognito). Per informazioni, la segreteria del festival risponde al numero di telefono 0783310490, al numero whatsapp 3348022237 e all'indirizzo di posta elettronica info@dromosfestival.it. Notizie e aggiornamenti anche sul canale Telegram e nelle pagine Facebook e Instagram di Dromos.

Gli Incognito nascono in Inghilterra nel 1976 diventando in breve tempo assoluti protagonisti nella scena internazionale. Dopo la creazione del gruppo da parte di Maunick e Paul “Tubbs” Williams, pubblicano il loro primo album, “Jazz Funk”, nel 1981, prima di prendersi una pausa lunga dieci anni, fino al 1991, quando esce “Inside Life”, registrato insieme a vari altri artisti della scena groove britannica: una caratteristica presente in tutti i dischi successivi, come “Tribes, Vibes and Scribes” (1992), con il contributo della vocalist Maysa Leak, “Positivity” (1993), o “100° and Rising” con Joy Malcolm e Pamela Anderson, il cui brano “Everyday” raggiunge la posizione numero ventitré della classifica inglese.

Successivamente a “Remixed” (1996), “Tokyo Live” (1998) e “No Time Like Future” (1999), gli album che inaugurano gli anni Duemila, “Life, Stranger Than Fiction” (2001) e “Who Needs Love” (2002), si caratterizzano per l'assenza di Maysa Leak sostituita dalle voci di Tony Morelle e Joy Rose. Ancora una volta emerge la caratteristica fluidità nella composizione del gruppo che tuttavia non ne pregiudica lo stile musicale ben definito. I successi dei primi anni Duemila vengono confermati nel 2010 dalla pubblicazione di “Live in London: the 30th Anniversary Concert” e “Transatlantic R.P.M.”, arricchito dalle performance di artisti come Chaka Khan e Mario Biondi. Nel 2012 gli Incognito pubblicano “Surreal”, seguito da “Amplified Soul” (2014) e “In Search of Better Days” (2016). È del 2019 il loro ultimo disco “Tomorrow's New Dream” pubblicato per l'etichetta Bluey Music/Absolute, con la partecipazione di numerosi musicisti e cantanti e ben quattordici nuovi brani inediti.

Con il concerto degli Incognito il ventiquattresimo festival Dromos si avvia verso i titoli di coda: sabato 13, la cornice naturale del bosco di Mitza Margiani, nei pressi di Villa Verde, ospiterà il penultimo appuntamento: di scena il progetto afrofuturista Khalab (biglietto a 5 euro più prevendita), nome d'arte del musicista e produttore Raffaele Costantino, nato per promuovere la musica black di matrice afroamericana, le sue infinite contaminazioni, influenze e declinazioni. Ad accompagnarlo ci saranno Tamar Osborn al sax baritono, flauto ed effetti, David Paulis al basso elettrico e synth ed Enrico Truzzi alla batteria (biglietto a 5 euro più diritti di prevendita). Per raggiungere il sito del concerto verrà predisposto un servizio navetta, attivo a partire dalle ore 20 dal Campo Sportivo di Villa Verde.

Per informazioni, la segreteria del festival risponde al numero di telefono 0783310490, al numero whatsapp 3348022237 e all'indirizzo di posta elettronica info@dromosfestival.it. Notizie e aggiornamenti anche sul canale Telegram e nelle pagine Facebook e Instagram di Dromos.