Hola La Poyana - A Long Cold Summer - Hopetone Records - Spotify - ascolti - 2020 - Sa Scena Sarda

A Long Cold Summer – Hola La Poyana

Daniele Mei recensioni

Recensione di Daniele Mei

Hola la Poyana è il progetto musicale di Raffaele Badas, autore, cantante e chitarrista dell’hinterland cagliaritano, tra i fondatori di Egg Concerti e con precedenti come bassista nei Takoma

Con l’ultimo dei tre lavori di studio, l’EP A long cold summer, quello che è sempre stato un progetto solista minimale con al più qualche inserto di piano o archi, vira verso una proposta più orchestrale. Gli arrangiamenti sono costruiti insieme a vari ospiti, e nel caso di Before You Leave Badas abbraccia tra le sue ali una band intera, i Rigolò di Alessandro Carella, frontman nei primi Comaneci.

Le storie raccontate sono quelle di personaggi insicuri e non ancora integrati nel tessuto sociale, che hanno preso coscienza di sé combattendo i propri mostri per confrontarsi con il mondo, affrontando scelte sbagliate, carenza di autostima e fraintendimenti sentimentali. Sono piccole colonne sonore indie folk a supporto di spaccati di vita vissuta non autobiografici, come dichiarato dall’autore in una recente intervista.     

L’EP è composto da cinque brani dei quali uno è strumentale, Grab the monsters and kill’em all, dal piglio cinematico, che non sfigurerebbe come intro di un album dei Calibro 35. In Being the odd one out il suono ingrassa grazie all’elettronica e alla linea di basso di Marina Cristofalo delle Lili, ex Lilies on Mars. Tra le tracce, oltre al chitarrismo arpeggiato dell’autore, fanno capolino synth, banjo, un sassofono, violini e addirittura uno xilofono.

La poiana è cresciuta e, con questo disco dal titolo paradossale – una lunga estate fredda – ha deciso di provare a volare più in alto.

spotify icon